Buon Natale un "par di palle"!

Scritto da Giovedì, 25 Dicembre 2014 10:37

«Auguri. Buon Natale».

Provate a porgere i vostri auspici ai 36 lavoratori della Centra Srl di San Giovanni Rotondo licenziati in malo modo settimane fa. Provate con gli oltre 200 operai della Sangalli Vetro di Manfredonia che stanno lottando senza sosta per difendere il proprio posto di lavoro quindi la sopravvivenza delle rispettive famiglie. Provate con tutti quei lavoratori che, chi più chi meno, devono subire ingiustizie o pressioni dai "padroni" (talvolta su indicazione politica) perché non si allineano con la filosofia aziendale o perché semplicemente non professano lo stesso credo politico di chi gestisce la cosa pubblica. Senza tralasciare tutti quei cittadini, imprenditori e privati, che stanno aspettando ancora gli "aiuti" dopo l'alluvione che ha colpito il Gargano nei primi giorni di settembre. Provateci!

Tetti dei municipi occupati, strade bloccate, volantinaggio e manifestazioni di dissenso in pubblica piazza. Le caratteristiche che accomunano la situazione degli ex lavoratori della ditta Centra di San Giovanni Rotondo (appaltatrice del servizio di sosta a pagamento) e i lavoratori della Sangalli di Manfredonia.

 

Il 12 novembre, sfidando il primo freddo, alcuni ex parcheggiatori della Centra Srl sono saliti sul tetto di Palazzo San Francesco (sede della municipalità cittadina) per attirare l'attenzione dei media e delle Istituzioni. Dopo ore trascorse sotto la pioggia hanno ottenuto la rassicurazione di un incontro in Prefettura con Luisa Latella (prefetto di Foggia sino a qualche giorno fa). L'incontro tra le parti, Comune-Organizzazioni sindacali-Azienda, come riportato dal Fatto del Gargano, ha avuto come risultato una apparente tranquillità.

 

Il 18 dicembre due operai della Sangalli Vetro sono saliti sulla torre-ciminiera dello stabilimento minacciando di buttarsi di sotto per richiamare l'attenzione del governo nazionale. La crisi aziendale è pesante, buco da 130 milioni di euro. Le Istituzioni in maniera compatta hanno "rassicurato" i lavoratori che la fabbrica non chiuderà. Sarà.

 

Nel frattempo il dramma lavorativo si va consumando nella quasi indifferenza di chi un posto di lavoro ce l'ha, tra una fila al centro commerciale per acquistare un presente da consegnare all'amorosa o al parente e una coda in pescheria o dal macellaio per preparare il solito "bollito" pranzo di Natale.

 

Le due vertenze, Centra e Sangalli, sono solo due esempi di come il problema occupazione sia il principale dramma sociale, al pari di quello della legalità, che occorre affrontare in una "Amara Terra" (come sostiene il blogger Domenico Sergio Antonacci) quale è quella del Gargano.

 

L'augurio giusto per le prossime festività, ad esempio quelle in programma per l'arrivo del nuovo anno (2015), potrebbe essere "Buon Lavoro" altrimenti, senza, sarà "Buon anno un par di palle!".

Vota questo articolo
(12 Voti)
Michele Gemma

Giornalista

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”