Pompilio spacca tutto e tutti. L'opposizione? Una figuraccia

Scritto da Martedì, 17 Giugno 2014 11:22

La buona stella di Pompilio brilla ancora. Anzi dopo la figuraccia dell'opposizione-maggioranza (Pd, Udc, Agire Insieme, Scelta Civica, Psi, Democratici per la Città, Gruppo Misto), non sono riusciti nell'impresa di raccogliere 9 firme su 11 disponibili, è diventata splendente.

La determinazione dimostrata dal sindaco di San Giovanni Rotondo ha prodotto risultati. In primis quello di spaccare l'opposizione.

 

I migliori alleati di Pompilio, per la sua ennesima resurrezione politica, sono stati, senza dubbio, la mancanza di un progetto politico alternativo al centrodestra, la scialba, quanto inefficace, azione di opposizione messa in atto dalla minoranza (da qualche settimana la minoranza conta 11 consiglieri su 16 seggi), la mancanza di una leadership forte nel campo avversario e, tanto per non far mancare nulla, anche una rinnovata battaglia all'interno di quello che dovrebbe essere il maggior partito di opposizione, ovvero il Pd.

 

Pompilio (gli va riconosciuto) è stato abile ad "intrufolarsi" nelle mille incrinature presenti in quella che dovrebbe essere l'opposizione. E, probabilmente, facendo leva anche sulle rinnovate ambizioni di qualche elemento pronto ad andare ad occupare posti in giunta. Per non parlare delle aspettative, non troppo celate, di quei consiglieri (di opposizione-maggioranza) che vorrebbero personificare un progetto politico futuro, sia esso locale (candidatura a sindaco) o regionale.

 

Neanche la disponibilità dei cinque consiglieri della Federazione dei Moderati (Udc-Psi-Sc) ha fatto saltare la poltrona di Luigi Pompilio. È evidente che all'interno di quella che oggi viene definita impropriamente minoranza in pochi hanno la volontà di sbaraccare. La difesa del "seggio" sembra esser diventata questione prioritaria.

 

Nel frattempo a saltare è stato il cancelletto dell'abitazione di Antonio Santoro. Il consigliere comunale del Pd che, nella serata di ieri (16 giugno, ndr), ha subito un atto intimidatorio. Una bomba è stata fatta esplodere nei pressi della sua abitazione. Santoro, da tempo, si è mostrato tra i più intransigenti per mettere la parola fine all'Amministrazione comunale.

 

Pompilio ha incassato l'ennesimo successo, legittimando il suo sindacato, le sue scelte politiche e la sua azione amministrativa. Agli altri ha lasciato una serie disgustosa di figuracce.

 

Non gli resta che "ingaggiare" qualche pezzo della opposizione-maggioranza con l'aiuto di una opposizione blanda.

 

Stasera è in programma un altro incontro (temporeggiare è la parola d'ordine) indetto dalla metà della opposizione-maggioranza (Pd, Agire Insieme, Democratici per la Città e Gruppo Misto). Il fine dovrebbe essere quello di preparare un documento da condividere con il resto della opposizione-maggioranza ossia la Federazione dei Moderati. Il tutto al netto delle lotte interne ai partiti e di vecchie questioni (Ammnistrazione Mangiacotti e Giuliani) irrisolte che meriterebbero chiarezza.

 

Intanto Pompilio vince e governa.

Ultima modifica il 17 Giu,2014
Vota questo articolo
(8 Voti)
Michele Gemma

Giornalista

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”