Mercoledì, 10 Aprile 2019 11:15

Luca Pantaleone vince il concorso nazionale di filosofia “Le figure del pensiero”

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)
Luca Pantaleone Luca Pantaleone

Pantaleone è un filosofo e scrittore toscano, ma di origine garganica, nato a San Marco in Lamis , ha vissuto in Puglia solo i primi mesi di vita, dal momento che il padre, Vincenzo, un ingegnere abruzzese, ha dovuto spostarsi assieme alla famiglia per motivi di lavoro ad Arezzo.

Primo classificato nel Premio Nazionale di Filosofia, giunto alla tredicesima edizione, Pantaleone si è aggiudicato il premio nella sezione “saggio filosofico inedito” (ex aequo con Andrea Gentile).

 

Luca Pantaleone (classe 1989) è autore di opere di filosofia e narrativa, tra cui La Gabbia Logica (Aracne, 2009-2019), Il problema della verità (Aracne, 2018), Apnea – I misteri del Gargano (Porto Seguro, 2017) e Il Franco Cavaliere (Scatole Parlanti, 2019), si è aggiudicato quest’anno il primo premio del concorso nazionale di filosofia “Le figure del pensiero”, indetto dall’Associazione Nazionale Professionisti Pratiche Filosofiche, nella sezione “saggio inedito”, con Saggi logico-fenomenologici.

 

«Ho sempre concepito la filosofia come un mezzo di liberazione, una via da seguire per ampliare il proprio orizzonte conoscitivo, morale ed estetico. Mi sono avvicinato alla filosofia sui banchi del liceo scientifico, attratto dal pensiero di grandi filosofi del passato come Spinoza, Kant e Kierkegaard. A 19 anni ho pubblicato il mio primo volume, La Gabbia Logica (la cui seconda edizione sarà edita quest’anno da Aracne Editrice, N.d.R) e da lì non mi sono più fermato-  Racconta al Fatto del Gargano-. È la prima volta che vinco qualcosa in vita mia, perciò non nascondo la soddisfazione. Soprattutto perché per uno come me, che di lavoro fa l’impiegato nell’industria farmaceutica, ed è quindi estraneo al mondo dell’università, non è affatto facile gareggiare con filosofi “di professione”. Si ha sempre l’idea di partire svantaggiati».

 

Il saggio vincitore è una raccolta di saggi che avanzano una proposta audace, quella cioè di volere fondare la logica sulla fenomenologia. La logica è quel sistema di relazioni in grado di garantire l’oggettività al pensare. «È uno strumento – ci spiega Pantaleone- Aristotele lo chiamava appunto organon – del pensare corretto, che vuole creare un basamento linguistico comune tra gli uomini, senza ridurre qualsiasi discorso a uno scontro di opinioni, che per definizione sono sempre relative e soggettive. Però anche la logica ha bisogno di un fondamento, cioè ha bisogno che le sue regole poggino su un qualche tipo di evidenza. E io ho azzardato l’ipotesi che questa evidenza possa essere scovata nella fenomenologia, che è la “scienza dei vissuti”, il “discorso intorno ai fenomeni per come appaiono”».

 

PUBBLICITA'

locandinaCorsocomunicazionepiccola2

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”