Mercoledì, 16 Luglio 2014 08:54

Tra mezzo secolo senza petrolio

Scritto da  a cura di Franco Di Cosmo
Vota questo articolo
(2 Voti)

Un giorno resteremo senza petrolio, non sarà oggi, né domani ma un giorno succederà e noi dovremo abbandonare il petrolio prima che il petrolio abbandoni noi e dovremo essere pronti quando quel giorno arriverà. Prima cominciamo meglio sarà e poiché tutto il nostro sistema economico e sociale è fondato sul petrolio questa conversione sarà lunga e costosa e dovremmo prenderla molto seriamente.

 

I possessori di auto a benzina sono avvisati: resta poco più di mezzo secolo, per l'esattezza 53,3 anni, per dotarsi di un veicolo ecologico o restare a piedi. Entro il 2067 le riserve di petrolio si esauriranno, tre anni prima del raggiungimento della quasi totale indipendenza dai fossili stimata dalla Shell. A rivelarlo è una recente analisi della British Petroleum.

 

Nel suo report annuale, la multinazionale petrolifera ha rivelato che alla fine del 2013 la Terra disponeva di 1.688 miliardi di barili di greggio rimanenti. Questa cifra supera dell'1,1% i dati del 2012. Nel corso degli ultimi 10 anni le riserve di petrolio accertate sono aumentate del 27 per cento, qualcosa come 350 miliardi di barili.

 

Malgrado le stime riviste al rialzo, al tasso di estrazione attuale, il petrolio disponibile si esaurirà in pochi decenni, il che rende ancora più impellente la necessità di ideare carburanti alternativi alla benzina, altrettanto efficienti, ampiamente disponibili ed economici.

 

A risentire maggiormente della fine dell'era del petrolio saranno i Paesi membri dell'OPEC, l'Organization of the Petroleum Exporting Countries che da soli attualmente detengono oltre il 71,9% delle riserve mondiali.

 

Di recente sono state individuati ulteriori giacimenti in Russia, per un totale di 900 milioni di barili, e in Venezuela, dove sono stati localizzati altri 800 milioni. Grazie alla diffusione del tanto contestato fracking, negli Stati Uniti le riserve accertate di petrolio sono salite a 44,2 miliardi di barili, il 26 per cento in più rispetto al precedente rapporto della BP.

Le stime della compagnia petrolifera superano quelle della US Energy Information Administration, calcolate in 33,4 miliardi di barili. La BP ci tiene a ribadire che si tratta di stime:

Nessuno sa o può sapere quanto petrolio esista sotto la superficie terrestre o quanto sarà possibile estrarne in futuro.

Mentre l'estrazione di petrolio aumenta di anno in anno non è possibile calcolare con precisione in quanto tempo e in che proporzione si formino nuove riserve.

I nuovi metodi estrattivi, inoltre, sono molto dispendiosi dal punto di vista energetico e possono contaminare le falde acquifere. Probabilmente, ancor prima che il petrolio si esaurisca, bisognerà trovare fonti alternative più convenienti e a basso impatto.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”